icona pon  iscrizioni online  logo fei-2

Le traversine non hanno inquinato l’ambiente né possono aver costituito pericoli per l’utenza

Ora si attende la revoca dell’ordinanza di chiusura del campo di calcio

Con la relazione trasmessa al Comune di Ruvo, all’ARPA Puglia, alla Provincia Servizio Protezione civile e ambiente ed alla Regione Puglia da parte del Dirigente del Servizio Edilizia Pubblica della Provincia di Bari, si è chiusa la procedura attivata sulla base di una denuncia che segnalava la presenza di traversine ferroviarie potenzialmente pericolose posizionate sotto una passerella laterale al campo di calcio del nostro liceo.

L’ampia relazione trasmessa agli organi competenti analizza tutti gli aspetti del problema ed evidenzia, attraverso le analisi di laboratorio eseguite con procedure rigorose di legge, che non ci sono stati livelli di inquinamento superiori ai limiti stabiliti dalle tabelle di sicurezza, che anzi i valori si pongono al di sotto del limite della zona di sicurezza. Anche le possibilità di inquinamento del terreno circostante e sottostante le traversine sono state oggetto di verifica e si è ricavato che i valori riscontrati sono di gran lunga al di sotto del limite stabilito dalle norme per il Verde pubblico (riferimento più severo della stima del rischio).

Alla luce di quanto espresso nei documenti ufficiali degli organi preposti, trasmessi anche alla magistratura che è stata interessata al caso, siamo in grado di confermare non solo la disponibilità della scuola a favorire i dovuti controlli sulla sicurezza, ma di assicurare che mai l’incolumità degli utenti è stata trascurata o sottovalutata. Rimane l’amara constatazione di essere stati oggetto di comunicati e commenti mediatici incontrollati che hanno creato tensioni e giudizi tendenziosi sull’operato della scuola.

Riteniamo utile anche sottolineare la circostanza che la scuola, nei suoi organismi istituzionali, non è mai stata soggetto attivo in tutta la vicenda, affidando agli organi preposti ogni controllo sia a livello di realizzazione che di rimozione del problema, come chiaramente attestato dai documenti agli atti. Aver coinvolto il liceo nella vicenda ha prodotto disinformazione, strumentalizzazioni e pettegolezzi di basso livello. Il Tedone vuole rimanere istituto di istruzione e formazione umana e fa appello a tutti gli uomini di buona volontà per condividere il fine formativo del liceo ruvese.

Da parte nostra l’impegno ad evitare che le speculazioni, la manipolazione dei dati e l’espressione di giudizi gratuiti ed offensivi sull’operato della scuola possano condizionare il clima interno dell’istituto che vuole mantenere la sua funzione di soggetto educativo senza contaminazioni o cedimenti a polemiche.

Avremmo voluto utilizzare diversamente il tempo e le energie spese nella circostanza. Avremmo voluto che lo stesso problema fosse stato affrontato senza clamori visto che da subito ci siamo posti come obbiettivo quello di correttamente informare la comunità scolastica offrendo agli organi istituzionali preposti ed incaricati alla gestione del problema, la nostra più totale ed incondizionata collaborazione.

A questo punto auspichiamo una celere conclusione dell’iter amministrativo al fine di non penalizzare ulteriormente l’offerta formativa della scuola.

In allegato il documento tecnico trasmesso dalla Provincia. Ulteriori dati possono essere consultati presso gli Uffici della Provincia e presso la presidenza.

 *In data 6 aprile 2013, alle ore 13,10, il Presidente del Consiglio di Istituto ha ritirato dal comando di Polizia Urbana il documento a firma del coordinatore d'area del servizio P. M. e sicurezza pubblica del comune di Ruvo che così recita: "Con la presente e nel merito dei provvedimenti ordinativi richiamati in oggetto si segnala che anche sulla scorta del tenore della segnalazione conclusiva sugli interventi effettuati (e relativa documentazione tecnica allegata), inoltrata dalla Provincia di Bari (Servizio Edilizia Pubblica) con nota prot. n. 601714 del 28/03/2013, gli Enti/Istituzioni destinatari delle Ordinanze innanzi dette hanno provveduto a porre in essere le operazioni intimate, con che si ritiene non più attuale l'ordine di inibizione all'utilizzo della struttura (campo di calcio a 5 e pertinenze scoperte circostanti)." Il documento porta la data del 6. aprile 2013 ed il prot. n. 7482. 

Indagine sul servizio scolastico

Risultati registrati da alunni e genitori

 Come per gli scorsi anni, nei consigli di classe del mese di marzo è stato trattato il tema della valutazione del servizio scolastico offerto dalla nostra scuola attraverso l’analisi delle risposte fornite dagli alunni e dai genitori con appositi questionari di valutazione.

L’indagine, cui hanno risposto moltissimi alunni e genitori, non ha la pretesa di essere uno strumento di valutazione a carattere scientifico (di questo si occuperà il Progetto VALES del MIUR, per il quale il Tedone è stato già selezionato come candidato), ma come indicatore delle percezioni e registrazioni di impressioni sul servizio scolastico fornito.

Per noi sono importanti i dati raccolti perché diventano motivo di valutazione e riflessione sia all’interno dei consigli di classe per le singole classi (i cui dati sono disponibili ma non vengono riportati in quanto destinati ai singoli consigli) sia all’interno del Collegio dei docenti.

Pubblichiamo quindi i dati generali distinti per livelli di classi, dalle prime alle quinte, sia la sintesi di istituto. Le valutazioni sono offerte alla lettura degli utenti in base ai dati riportati.

Questionario Alunni                    Questionario Genitori

DALL'AUTORITA' DI GESTIONE PON

GIUNGE GRADITA UNA ATTESTAZIONE SULL'OPERATO DELLA SCUOLA

 Non possiamo riportare le tante affermazioni ed attestati di apprezzamento e riconoscimento della levatura del nostro Liceo, insieme alla capacità di onesta gestione della scuola, ma ci piace fare cenno all'ultima, particolarmente significativa, trasmessa dall'Autorità Nazionale di Gestione dei PON, che volentieri riportiamo di seguito. Si tratta di un Organo ufficiale che ha il compito del controllo meticoloso degli atti contabili e di gestione. Nel frattempo si conferma che tutti i PON sottoposti a severo controllo sono stati regolarmente liquidati per i compensi previsti, dopo la conferma della riscontrata regolarità.

Da: Ely Suzanne [mailto: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ]
Inviato: venerdì 15 marzo 2013 12.49
A: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Oggetto: I: PON-Monitoraggio sito WEB

Al Dirigente Scolastico

Oggetto: Fondi strutturali Europei 2007-2013- Monitoraggio delle azioni di informazione e pubblicità sul sito web della scuola. PON-FSE-2007 IT 05 1 PO 007 "Competenze per lo sviluppo"- PON-FESR-2007 IT 16 1 PO 004 "Ambienti per l'apprendimento".

Si fa riferimento alla circ. prot. AOODGAI. N. 13160 del 27 settembre 2012, nella quale sono evidenziate le azioni utili alla corretta gestione delle azioni di informazione e pubblicità richieste dal regolamento della Commissione Europea; si attira l’attenzione in particolare sul sito web della scuola, strumento principale della comunicazione con gli studenti, le famiglie e il territorio.

Questo ufficio ha svolto il monitoraggio del sito web di codesto istituto scolastico; in proposito, è stato riscontrato che il sito web è stato predisposto con particolare cura e che evidenzia la maggior parte delle informazioni richieste per una corretta pubblicizzazione dei fondi strutturali europei. Ulteriori chiarimenti sono forniti nella scheda di monitoraggio allegata.

Cordiali saluti

Il Dirigente

Autorità di Gestione

Annamaria Leuzzi

Liceo Scientifico Statale "Orazio Tedone", via A. Volta 13 - 70037 Ruvo di Puglia (Ba)
Centralino: 080.3601414 - Fax centrale: 080.3601415